Rinoplastica

"Desiderare un naso ideale ti porterà ad un risultato innaturale. Bisogna eliminare i difetti e migliorare gli aspetti positivi, in maniera tale che il tuo naso sia in armonia con il tuo volto." FINALITA' DELL'INTERVENTO La rinoplastica è un intervento che modifica la morfologia e il profilo del naso correggendone gli aspetti non desiderati. E' indicata oltre che per finalità estetiche, anche nella correzione di deformità congenite e acquisite, anche negli esiti post traumatici e nel trattamento delle problematiche funzionali che riguardano la respirazione delle vie aeree superiori. L'intervento di rinomodellazione è uno degli interventi più richiesti nella chirurgia del volto, molto probabilmente è dovuto al fatto che il naso occupa la porzione centrale del volto e questo lo rende molto importante nella morfologia del viso e nella sua risultante estetica. Il rapporto e le relazioni che il naso ha con le altre strutture del volto, rendono una persona più o meno caratteristica. Cambiando questa parte principale si può modificare l'aspetto di una persona rendendolo più armonioso ed elegante nelle sue forme e nelle relazioni con gli altri elementi strutturali del volto. Il suo rapporto con gli occhi, le guance e la bocca conferiscono al naso un ruolo primario nell'aspetto generale, e per questo il naso ha una grande importanza estetica. Alcune persone non sono a proprio agio, con un naso che è in disarmonia con il loro volto, e quindi con il loro aspetto del viso. Queste persone possono sentirsi insicure nei rapporti con gli altri. Nella nostra clinica di chirurgia plastica risolviamo questo problema con la rinoplastica. La Rinoplastica è un intervento molto personalizzato, le combinazioni dei diversi fattori e degli elementi strutturali che compongono il viso è cosi varia e diversificata che è quasi impossibile standardizzare un intervento e per tale motivo la pianificazione del progetto operatorio è altamente individualizzata da paziente a paziente. Così, ogni paziente avrà un intervento costruito su misura in base alle proprie esigenze e alle proprie caratteristiche anatomiche. Il miglioramento si ottiene mediante la riduzione e il modellamento dello scheletro cartilagineo e osseo. Il grado di miglioramento varia da persona a persona e dipende anche molto dalla qualità della cute, dalla forma e dalle dimensioni dello scheletro sottostante. Il naso va valutato nell'insieme del volto e non come struttura singola ed individuale, vanno considerate le relazioni con le altre strutture per entrare in armonia e in proporzione con l'intero volto. Lo scopo di questo intervento è principalmente eliminare e correggere i difetti del naso, cercando di raggiungere un risultato quanto mai naturale. Attraverso questa chirurgia nasale di rimodellamento si può migliorare l'aspetto esterno del naso nel suo complesso, eliminare un'eccessiva gobba sulla parte superiore (o ponte) del naso, ridurre un'eccessiva larghezza delle ossa nasali o modificare deformità della punta stessa. Inoltre, attraverso questo intervento si è in grado di correggere il setto deviato che può essere causa di difficoltà nella respirazione. I candidati ideali per la rinoplastica sono quelle donne o quegli uomini che hanno un profilo relativamente poco piacevole e disarmonioso e sono preoccupati per come influisce su tutto il resto del volto. Qualcosa che non si deve dimenticare è che l'intervento mira a migliorare l'aspetto, non a raggiungere la perfezione.

 

Punti Chiave

Anestesia: Generale Durata: 1-2 ore di chirurgia Ricovero: 24 ore Dolore: sensazione di fastidio bene controllata con terapia farmacologica e disagio dovuto ai tamponi nasali che vengono rimossi dopo 48h circa Cosa aspettarsi: Infiammazione fino al 6 mese; anche se dopo 1-2 settimane è possibile presentarsi in pubblico. Risultato finale: Al 6 ° mese Durata del risultato: Permanente.

RINOPLASTICA: TIPOLOGIA DI INTERVENTO Ci sono due tipi di procedure chirurgiche per eseguire una rinoplastica:

  • La Rinoplastica chiusa: è una metodica che prevede lo svolgimento della tecnica mediante incisioni eseguite nella muscosa nasale ed offre un vantaggio: non c'è nessuna cicatrice visibile. Si raggiunge la cartilagine, il setto o la zona in cui si dovrebbe fare qualche azione attraverso le narici, in tal modo l'intervento si risolve senza incisioni esterne.
  • La Rinoplastica aperta: è una metodica più laboriosa e viene eseguita un'incisione a livello della columella del naso, in modo da lasciare le ossa e le cartilagine, più accessibili. Generalmente si raccomanda in caso di pazienti più complessi, o seconda operazioni.
LA 1° VISITA DAL CHIRURGO PLASTICO La prima visita specialistica di chirurgia estetica, per un intervento di rinoplastica dal Dr. De Santis servirà per valutare accuratamente il vostro caso. In quest'occasione, dopo aver preso tutte le notizie necessarie sul vostro stato di salute e sulla vostra storia clinica, si valuteranno tutte le strutture del naso e gli elementi che lo caratterizzano, i rapporti e le relazioni strutturali che il vostro naso ha con gli altri elementi del vostro viso. Inoltre, saranno discusse con voi, in maniera accurata e dettagliata non solo le varie procedure chirurgiche del vostro caso in particolare, ma verrà discusso il vostro obiettivo e le vostre aspettative dall'intervento. Il dismorfismo del naso è uno degli inestetismi che affligge di più le persone che hanno una bassa autostima di loro stessi e la sua correzione può aiutare a risolvere questi probelmi. Nella prima visita dal chirurgo plastico non dimenticate di menzionare se siete dei fumatori, o se assumete farmaci come aspirina e antinfiammatori o vitamine come il tocoferolo (Vit. E), tutte queste notizie sono importanti per il chirurgo perchè aumentano il rischio di sanguinamento intra e post operatorio. È importante rivelare le vostre aspettative in maniera onesta e diretta, in modo che il Dr.De Santis, come vostro Chirurgo plastico di fiducia, possa indirizzarvi verso la giusta procedura e offrirvi le alternative possibili per il vostro problema, con i rischi e i limiti di ciascuna procedura. PREPARAZIONE ALL'INTERVENTO:
  • L'intervento non deve essere eseguito in Pazienti al di sotto dei 18 anni o comunque in pazienti in cui non si sia ancora completata la crescita complessiva del volto. Questo è permesso solo per gravi deformità che creano deicit funzionali respiratori
  • La rinoplastica non deve essere eseguita in pazienti gravide o in fase di allattamento.
  • E' necessaria una valutazione preoperatoria con esami generali come un analisi del sangue ed un elettrocardiogramma per valutare lo stato generale di salute, inoltre, laddove c'è ne sarà indicazione per deviazioni e deformità importanti verrà consigliata un esame radiografico delle ossa nasali
  • E' consigliabile, laddove, indicato eseguire una visita otoiatrica per valutare i flussi nasali con una rinomanometria e in casi particolari una valutazione allergologica
  • E' obbligatorio leggere e firmare una copia del consentimento informato all'intervento chirurgico
  • Qualsiasi tipo di terapia farmacologia, omeopatica e fitoterapica in atto dovrà essere opportunamente segnalata per evitare interazioni con farmaci da assumere in previsione dell'intervento. In particolare andranno segnalate terapie come: cortisonici, contraccettivi, antiipertensivi, vitaminici, ipoglicemizzanti, antibiotici e tranquillanti, inoltre andranno segnalate le possibili allergie ad antibiotici e farmaci in genere.
  • In prevsione dell'intervento sarebbe opportuno sospendere un mese prima circa le terapia ormonali estroprogestiniche per evitare i rischi di tromboembolia dovuta alla diversa fluidità del sangue a causa della terapia ormonale.
  • Andrebbero sospesi almeno due settimane prima dell'intervento terapie farmacologiche o assunzione di farmaci contenenti l'acido salicilico (Aspirina) e deve essere evitata l'assunzione contemporanea di anticoagulanti orali.
  • Prima dell'intervento deve essere osservato un digiuno di 8 ore da cibi solidi e bevande
  • Devono essere segnalate eventuali patologie oculari
LE FASI E I TEMPI DELL'INTERVENTO L'intervento viene eseguito in anestesia generale per evitare "discomfort" durante l'operazione e per garantire il massimo della sicurezza durante l'intervento chirurgico. Il chirurgo plastico esegue l'incisione cutanea o della mucosa nasale a seconda del progetto operatorio previamente studiato e che varia in base alla tipologia d'intervento e alle deformità da correggere. L'infiltrazione del campo operatorio con soluzione fredda e con adrenalina aiuta ad avere un campo esangue e facilita l'operazione chirurgica nelle varie fasi. La rinoplastica, normalmente, comprende la correzione del gibbo e della punta del naso, modificando le cartilagini triangolari, le cartilagini alari e lo scheletro osseo e qualora l'intervento lo richiedesse si può modificare il calibro delle narici. In sede d'intervento possono essere corrette anche le deviazioni nasali asportando parti del setto. Eseguite le modifiche alle cartilagini e modellato lo scheletro osseo del naso si eseguono suture cutanee e mucose di accostamento per ripristinare la continuità dei tessuti. Infine si applica un dorsetto gessato o un dorsetto preformato in alluminio e spugna per guidare la guarigione delle ferite e per proteggere il naso da urti accidentali. A fine intervento saranno posizionati dei tamponi nasali che verranno mantenuti in sede per 48h circa. FASE POST-OPERATORIA Dopo l'intervento di rinoplastica il paziente o la paziente rimane sotto osservazione per circa 24h, per consentire al personale sanitario di monitorare il risveglio dall'anestesia generale, gestire il dolore nel post-operatorio. Dopo l'intervento, una terapia medica antalgica è consigliata in maniera tale da gestire bene il dolore post operatorio e gli eventuali disagi che possono insorgere. Il Dr. De Santis consiglia un riposo assoluto di 24-48 ore per controllare meglio il discomfort dell'intervento e prevenire le emorragie. Un edema della regione centrale del volto e quindi del naso e la comparsa di gonfiore e di lividi sotto gli occhi è assolutamente normale e si risolverà nell'arco di una settimana per poter rientrare nel sociale. I tamponi nasali vengono rimossi tra le 24 e le 48 ore post intervento. Il paziente che esegue un lavoro d'ufficio può rientrare a lavoro gia alle 72 ore dall'intervento. E' consigliabile non eseguire sport violenti o soffiarsi il naso per circa un mese. Inoltre, l'utilizzo degli occhiali è sconsigliato nei primi 25 giorni, poichè potrebbe interferire con la corretta guarigione delle strutture e modificare l'assetto strutturale del naso. L'esposizione ai raggi UV per un periodo minimo di 2 o 3 mesi è da evitare, i raggi solari possono mal interferire con la cicatrizzazione della vostra rinoplastica ed il vostro naso è una delle principali sedi fotoesposte del vostro viso. Nell'arco di un paio di settimane l'edema si risolverà e le ecchimosi e i lividi presenti si saranno del tutto risolti facendovi ritornare alla vita sociale. Nelle prime fasi del post operatorio, la vostra rinoplastica potrà presentare un leggero stato d'infiammazione che si risolverà nell'arco di diversi mesi. Questa è una caratteristica del naso e degli interventi, sia estetici che oncologici, che si eseguono su questa parte del nostro corpo. LA RINOPLASTICA: QUALI RISCHI? La rinoplastica è un intervento che ha un buon indice di soddisfazione se eseguita da un buon chirurgo plastico. Tuttavia, in medicina, tutti gli interventi e gli atti medici presentano dei rischi e c'è sempre la possibilità di incorrere in complicanze, anche se tali complicanze hanno una frequenza rara. Ci sono le complicanze generiche che riguardano i comuni rischi a qualsiasi intervento come: infezioni, emorragie, sieromi, piccole sofferenze cutanee e le reazioni allergiche. Queste complicanze non sono frequenti e laddove insorgano, se adeguatamente trattate non creano grossi disagi. Altri rischi di carattere più specifico possono essere legati all'estetica: persistenza d'irregolarità, asimmetrie e forma insoddisfacente. In questi casi si potrà intervenire nuovamente per correggere tali difetti. Il paziente che si sottopone ad intervento di rinoplastica deve essere consapevole che non si può raggiungere un risultato perfetto. Tutti i rischi e le complicanze che sono descritte nella rinoplastica sono eventi limitati e temporanei. I RISULTATI DELLA RINOPLASTICA Dopo la vostra operazione, il risultato non sarà immediato. Anche se alla rimozione del dorsetto nasale di protezione e con la risoluzione della maggior parte dell'edema infammatorio post opratorio potrete osservare un primo risultato, l'esito definitivo vi apparirà solo al termine completo dell'infiammazione. Una tempistica approssimativa è indicata tra i 6 e i 12 mesi. La soddisfazione relativa al risultato ottenuto oltre che all'impatto con il nuovo naso è dovuta al fatto che le aspettative siano realistiche.